… Dove sei capitato?
Su "Le Storie infinite" si chiacchiera principalmente di leggere e scrivere fantasy, ma anche di letteratura in generale e di cinema.
In questo spazio inoltre faccio il punto della situazione sui miei progetti di scrittura.

"[...] Le storie che possiamo raccontare sono contrassegnate da una parte dal senso dell'ignoto e dall'altra da un bisogno di costruzione, di linee tracciate con esattezza, d'armonia e geometria; è questo il nostro modo di reagire alle sabbie mobili che sentiamo sotto ai piedi."

(Italo Calvino, "Mondo scritto e mondo non scritto", 1983)

Stop.

Mi scuso in anticipo per il post telegrafico. STOP.

Ci sono ancora (e lotto insieme a voi, qui fuori :D ). Il fatto è che ultimamente i miei impegni universitari si sono intensificati, e lo faranno ancora in futuro, dato che mi ritrovo con 6-7 esami da sostenere entro Novembre e la tesi di laurea da progettare e scrivere. Risultato: il tempo “libero” a mio disposizione è sempre più inversamente proporzionale alla colonna di libri in attesa d’esser letti-sottolineati(forse riassunti)studiati.

Alice in Wonderland (La parabola discendente di ogni genio)

Avverto chiunque non abbia ancora visto il film: se non volete farvi idee preconcette, non leggete questa recensione, perché, lo dico subito, non è clemente verso quest’ultimo film di Tim Burton…

Depp e Burton all'Ultimate Fan Event di Alice in Wonderland, lo scorso 19 febbraio.

Depp e Burton all'"Ultimate Fan Event" del film, lo scorso 19 febbraio a Hollywood.

Tim Burton, appunto, che io (e tanti ma tanti oltre a me) hanno amato e seguito sempre con fascinazione, da Beetlejuice a Edward Mani di Forbice, dal Mistero di Sleepy Hollow alla Fabbrica di Cioccolato e a Sweeny Todd.

Up – il folle volo d’Ulisse

Ne ho sentito parlare così tanto e così bene che alla fine mi son detta: “devo vederlo“.

E ho scoperto che gli elogi sul film erano più che meritati.
L’ho visto due volte, ed entrambe le volte ho pianto in più passaggi (colpa anche della meravigliosa colonna sonora1!). Non lo dico per far facili mielismi: Up è un film che fa riflettere sui rapporti tra le persone, sulla nostra umanità. E’ un film che riesce a parlare a tutti, vecchi adulti e bambini. E’ un film che tocca il cuore. E lo fa così a fondo che dopo un po’ smetti di chiederti come diavolo possa fare una casa intera a volare solo grazie a dei palloncini2.

Avatar 3D e la nuova “dimensione” dell’intrattenimento

Il 16 di questo mese sono andata al cinema con famiglia, cugini e fidanzato a vedere Avatar 3D.

Premessa: purtroppo NON abbiamo avuto la bella idea di prenotare i biglietti, quindi al box office ci siamo dovuti accontentare di quello che abbiamo trovato, ovvero: io, fratello e cuginetti teenagers posti in seconda fila (sì, avete letto bene, seconda, scomodissima, fila!) e fidanzato in solitaria nell’ultima fila. Aggiungo che io ero seduta nel primo posto a sinistra, dunque mi sono fatta tutti i 166 minuti del film – senza pausa – con la schiena storta, il collo che strideva e gli occhi strabuzzati (aggiungiamo anche che, essendo io miope, ho dovuto mettere i fighissimi occhialini RealD3D sopra gli occhiali da vista, col risultato che mi scivolavano continuamente sul naso… ma andiamo avanti…).

Buoni propositi + auguri annessi

Ed è trascorso un altro anno…

Di solito mi piace fare bilanci: è un modo per tenere sotto controllo tutte le cose della mia vita. Ma per quest’anno già passato non ho molto da dire. Meglio così: vuol dire che tutto sommato mi è andato tutto bene. Son contenta.

Ma potrei mai esimermi dal fare ciò che, a questo punto, fanno un po’ tutti, nei blog e nella vita?

Ecco quindi la lista (due cose due) dei miei buoni propositi per il 2010!

(Traduzione) Nuova intervista a Steven Erikson

By Ax mi ha segnalato una intervista fresca fresca al nostro Erikson su Pat’s fantasy hotlist. Ho approfittato subito del tempo offerto da queste festività per buttarmi in una nuova traduzione. Confesso però che non mi sono scervellata più di tanto (dovrò farlo al rientro dalle vacanze per preparare degli esami, quindi per ora preferisco tenere il cervello in modalità risparmio energetico :-P ) quindi è probabile che la traduzione sia venuta fuori un po’ più sgangherata del solito (in alcuni punti mi sono arresa presto e ho inserito “[???]“). Chiedo venia e accetto correzioni/suggerimenti.

Jingle bells, jingle bells…

(*)

Auguri

di un sereno Natale

a tutti gli internauti che bazzicano su

Le Storie Infinite!

Questo blog è…
Io, in breve…
Nutza

Siciliana, classe '88. Una studentessa del DAMS a tempo quasi pieno. Nel tempo quasi vuoto, un'aspirante scrittrice.

Per contattarmi:

nutza CHIOCCIOLA ymail.com
Scrittori volanti...
I commentatori più accaniti
(della settimana)
  1. No commentators.
Lettori imperterriti
"In quel momento, Baruk vedeva un Tiste Andii faccia a faccia per la prima volta. Ne era alquanto turbato. Occhi straordinari, pensò. Un attimo, una sfumatura intensa di ambra, felini, sconvolgenti, un attimo dopo grigi come quelli di un serpente - un arcobaleno micidiale, ad accompagnare ogni stato d'animo. Si chiese se fossero in grado di mentire."

Steven Erikson
"I giardini della luna"
Sul comodino…